• Eventi...

25 Giugno 2018… h 19z… Appenini DAY…

evento-sky-e-orio Ehi ragaaaaaaa……

Eccoci nuovamente qui per un volo VFR in condivisione con le altre compagnie e/o club virtuali. Dopo lo splendido giro della Toscana, che ci ha visto svolazzare sul cielo italiano assieme agli amici della “SKY CLUB ITALIA” e della “ORIO VIRTUAL TEAM”, siamo stati invitati dai cugini vicini della Sky a svolazzare assieme a loro, e agli amici della Orio, lungo gli Appennini del centro Italia.

Infatti, per giorno 25 giugno 2018, alle 19:00utc (21:00LT), hanno pianificato un bel volo VFR calling da Perugia (sede della SkyClub) a Pescara (località balneare simbolo di augurio per le imminenti ferie estive), passando per Rieti e L’Aquila (sede di fondazione dell’Aeroclub L’Aquila da cui noi deriviamo).

Data l’intensità delle forze impiegate e il desideri dei partecipanti di creare un evento di rilevata importanza, per l’occasione si avrà una massiva copertura ATC in modo da simulare ogni sfaccettatura del volo reale. Avremo copertura in torre e avvicinamento sia su Perugia che Pescara….avremo copertura su LIQN…e avremo copertura su Roma Informazioni.

Allora, che dire…..

pianificate alla grande il vostro calling! In caso, se non avete tempo sufficiente o carenze di idee, potete prendere spunto dal briefing pre-volo dei cugini della SkyClub, di seguito riportato.

Briefing pre-volo

appennini-calling

Ci sarà anche uno screenshot contest con l’estrazione del miglior scatto virtuale di sempre! Nel briefing di cui sopra, troverete alcune località papabili per lo screen….

 

Non rimane che augurare…… BUONA PIANIFICAZIONE!  😉

 

Le carte AIP le trovate qui, previa registrazione.

 

N.B.

Ricordate che il lunedì ci saranno i punti dell’Online Day e dei “quarti d’ora” volati mandando il proprio pirep nel FOC

 

(lo staff si riserva di comunicare eventuali aggiornamenti dell’evento mediante il gruppo di WhatsApp – “AeroClub L’Aquila Virtual”)

Fabio Coppola

I Faraoni conoscevano la tecnica del volo ? L’uccello di Saggara.

Vi sono indizi che farebbero supporre che fin dai tempi remoti dei faraoni fossero in in qualche modo noti degli oggetti simili a dispositivi volanti. Vi sono infatti, dei riferimenti in testi antichi e sono stati ritrovati alcuni oggetti archeologici dalla forma di “aereo”: elementi che insinuano il dubbio, per quanto stravagante, che alcune popolazioni arcaiche conoscessero in qualche maniera quello che si può paragonare ad un odierno aeromobile. Prendiamo ad esempio questo bassorilievo trovato in una piramide, si vede chiaramente una figura simile a un moderno elicottero, forse un caso o una coincidenza. basorilievo Mentre il disegno seguente potrebbe, per la sua fattura e dimensioni, essere un fermaglio o una spilla ma le sue caratteristiche sono veramente straordinarie tanto che alcuni moderni ingegneri aeronautici hanno tentato di capire se un oggetto in scala reale fosse capace di volare. Il primo a incuriosirsi fu l’ingegnere tedesco J.A. Ulrich, che si accorse che riproducevano in modo molto fedele la forma di un caccia a reazione il SAAB F-104 in dotazione dell’aeronautica svedese. Disegno Fu poi la volta di un altro tedesco, un ufficiale, il Tenente Peter Belting, che tentò di riprodurre uno di questi oggetti in scala maggiore, per poi montare sul modello ottenuto, un motore elettrico e un radiocomando. Le prove dimostrarono che non solo era capace di volare, ma era anche estremamente manovrabile ed aveva una elevatissima stabilità. Furono poi tre spagnoli, Justo Miranda, Paula Mercado e Romàn Molla a costruire altri modellini in scala maggiore per sottoporli alla galleria del vento e ad un software di simulazione di volo confermando che l’aerodinamicità era eccezionale e adatta al volo.   Ma l’oggetto più importante fu ritrovato nella tomba di Pa-di-Imen a Saqqara, in Egitto, nel 1898. Datato intorno al 200 a.C., è costruito in legno di sicomoro, con una lunghezza di 14,2 cm, e un’apertura alare di  18,3 cm e un peso di soli 40 grammi.

Edoardo Federici

Michele Burke, il Decano dell’Aquila Virtual

Diamo un saluto caloroso all’amico Michele che ha confezionato, con la nostra compagnia virtuale 5000 punti wings. Un traguardo invidiabile che sta a dimostrare la sua passione per il volo simulato.

awardsMichele è arrivato con noi dopo il corso IIAS tenuto su IVAO dal nostro Presidente Francesco Filipponi. Malgrado la sua non più tenera età è uno dei piloti più assidui nel volo IFR che pratica da diversi anni volando prevalentemente con il Duke, un turboelica della RealAir che gli ha permesso di raggiungere molti dei riconoscimenti previsti su IVAO tra cui l’aver oltre aver superato i 5000 punti all’interno del sodalizio, anche le 5000 ore online.

Lo ringraziamo soprattutto per la sua permanenza nel nostro gruppo, per il suo continuo e costante contributo collaborativo ed economico che ci aiuta nella gestione degli eventi e nell’organizzazione delle attività di volo e dei software di controllo che la rendono possibile.

A Michele Burke va la riconoscenza e la gratitudine di tutto il Direttivo.

http://www.aeroclublaquilavirtual.eu/attivita/le-wings/

Edoardo Federici

Sorvolando la Toscana…

sorvolando-la-toscana Ehi ragaaaaaaa……

Dopo aver consumato tutte le uova pasquali, colombe e i dolci tipici regionali durante queste festività….quale migliore occasione per smaltire un po’ di calorie di troppo se non pianificando una bella tratta!?!?

Preparate una bella pianificazione, per un volo VFR di trasferimento, un airbridge tra Perugia (LIRZ) e l’Isola d’Elba (LIRJ). Giorno 11 aprile 2018, alle 21:00LT, scegliete il vostro SEP o MEP preferito e via…sorvolando le splendide colline toscane e della maremma! Come unico obbligo della serata, infatti, bisognerà pianificare ed effettuare un touch and go o un low pass sull’aerodromo di Ampugnano (LIQS).

Per la ghiotta occasione sarà garantito il controllo dello spazio aereo tramite il Flight Information Center di Roma che gestirà tutto il traffico VFR!

Allora…che dire…facciamo uscire pazzo il FIC e ascoltiamo bene le comunicazioni in canale!!! Di fatto, pianificate una rotta ricca di VRP ma, possibilmente, non le classiche cittadine per punti di riferimento! Bensì, inserite punti visibili e riscontrabili ad occhio nudo tipo laghi, vallate, pianure, cime di monti, colline, grandi incroci stradali, superstrade, caselli autostradali etc…

Rendiamola bella frizzante questa serata!!! E, se volete osare, inserite anche uno o più punti di riporto basati su qualche radiale o QDR!!!

 

In occasione della serata dedicata al VFR e nello spirito di condivisione del nostro club, per il volo in questione, avremo l’onore di ospitare due grandi virtual airline, anch’esse amanti del volo a vista, che ci accompagneranno per tutta la tratta! Saremo in compagnia degli amici della “ORIO VIRTUAL TEAM” e della “SKY CLUB ITALIA”.

 

Allora…non rimane che augurare…… BUONA PIANIFICAZIONE!  😉

 

Le carte AIP le trovate qui, previa registrazione.

 

 

(lo staff si riserva di comunicare eventuali aggiornamenti dell’evento mediante il gruppo di WhatsApp – “AeroClub L’Aquila Virtual”)

Fabio Coppola

Verona 2018 HOBBY MODEL EXPO

A Verona, in rappresentanza dell’Aquila Virtual parte del nostro Direttivo da sinistra:

Francesco Filipponi il Presidente, Fabio Manna detto il professore, Emiliano Innocenti la mente, Marco Pedrone il tecnogico …….

rancesco-fabio-emiliano-marco

 

 

Edoardo Federici

HOBBY MODEL EXPO SPRING EDITION 7 – 8 aprile 2018

verona

19a Fiera Primaverile del Modellismo

Gli appassionati di modellismo di tutta Italia trovano nelle varie manifestazioni che si susseguono gli stimoli più espressamente vicini alla pratica preferita di questo poliedrico hobby. E’ il caso della diciannovesima edizione di Hobby Model Expo Spring Edition, programmato nei giorni 7 e 8 aprile 2018 indirizzata al modellismo dinamico senza trascurare quello statico. In questa occasione si ripropone la grandissima attrazione di aree tematiche indoor, gestite dai maggiori forum italiani del settore con i grandi set di rappresentazione affollati da centinaia di modelli in movimento.

Alla manifestazione sarà presente IVAO Italia e con essa molte Virtual Airline tra cui la nostra Aquila Virtual sempre in prima linea durante questi eventi. Saremo al padiglione 7 negli stand attorno al 710.logo-emi-380px

ORARIO  continuato, sabato e domenica 9.30 – 19.00

INGRESSO  Intero  € 10.50 online,  ridotto € 5.50 online.

Solo Carta di Credito     La prevendita online termina giovedì 5 aprile ore 23,59.visa

 

intero € 11.00 sul sito Ticketone;

intero € 10.00 giornaliero –  ridotto € 5.00 giornaliero

– bambini dai 9 ai 12 anni (da 0 a 9 anni gratuito)

– militari: presentando tesserino valido

– invalidi e disabili: presentando certificato di invalidità.

La persona disabile che non è in grado di muoversi autonomamente ha inoltre diritto all’ingresso gratuito per l’accompagnatore

 

 

 

Edoardo Federici

TURBOPROP QUESTO SCONOSCIUTO

Vi presentiamo un bel filmato sulle caratteristiche dei motori turboelica.

Edoardo Federici

22 OTTOBRE 2018 – 7° Online Day 3.0 di IVAO

onlinedayaward

Lunedì 22 Ottobre 2018, dalle 20z alle 22z (21-23 locali) prosegue l’Online Day 3.0 di IVAO,

Siete tutti invitati a scegliere la vostra tratta preferita tra quelle disponibli che coinvolgerà l’italia in DUE degli ACC della nostra bella penisola.

ACC Validi per il prossimo Lunedì:


PADOVA ACC [LIPP]

Treviso (LIPH) e Venezia (LIPZ)*


BRINDISI ACC [LIBB]

Bari (LIBD) e Pescara (LIBP)


L’asterisco “*” contrassegna gli aeroporti in cui è previsto un training o un esame.
Per maggiori informazioni consultate QUESTA PAGINA per gli esami, o QUESTA PAGINA per i training.
Ricordiamo che, per ovvie ragioni, negli aeroporti sedi di esami e training, non è possibile schedulare la posizione GND


 

Come funziona?

Lo staff di IVAO Italia ha selezionato i due ACC sopra riportati. Vi invitiamo a decollare e/o atterrare in uno degli aeroporti all’interno degli ACC selezionati per trascorrere una serata memorabile con servizio ATC al completo!

INDICAZIONI DI COMPAGNIA

Pianificazione a piacere.

Per i partecipanti si raccomanda la scrupolosa osservazione dell’art. 5 del Regolamento del Club (visibile alla sezione ISCRIZIONI – REGOLE).

 

RACCOMANDAZIONI

Carte  – Tutte le carte necessarie sono disponibili tramite l’accesso al portale ENAV

Durante l’evento, gli spazi aerei potrebbero essere parecchio affollati, non dimenticate di prendere nota delle procedure Go Around e degli Holding Pattern pubblicati.

RIPORTIAMO ANCHE CALENDARIO ONLINE-DAY/IVAO DEI PROSSIMI ON-LINE DAY 

Prossimi Online Days:
OTTOBRE
29 OTT – LIPP + LIMM

NOVEMBRE
5 NOV – LIBB + LIMM
12 NOV – LIRR_SU + LIRR_EW
19 NOV – TBD
26 NOV – LIRR_NE + LIPP

Donato Fontana

20 gennaio 2018 – “Crowded Skies XIV” di IVAO

 crowded
Ciao Piloti virtuali di compagnia,
ricordiamo a tutti l’evento “Crowded Skies XIV” di IVAO, che si terrà SABATO 20 GENNAIO 2018.

L’operazione “Cieli affollati“, CROWDED SKY appunto, è l’evento della durata di un’intera giornata che coinvolge decine di paesi in tutto il mondo con ampia copertura ATC per migliaia di voli online.

Il picco di connessione è stimato dalle 18:45 UTC (19:45 LT) e l’obiettivo di IVAO per questo appuntamento annuale è il superamento del record di connessioni simulatanee che lo scorso anno si è attestato in oltre tremila (3004 per la precisione).

La nostra compagnia come ogni anno ha deciso di assicurare la partecipazione e per unirti a noi non dovrai fare altro che presentare il tuo piano di volo utilizzando il tuo callsign.

E’ importante sottolineare che quest’anno la collaborazione tra IVAO e lo sponsor Aerosoft si è tradotta nell’impegno di quest’ultima a devolvere in beneficenza 1 euro per ogni connessione simultanea registrata durante l’orario di picco.

IVAO ci ricorda che:

1 – Per commemorare questa occasione tutti i partecipanti riceveranno un AWARD dedicato;
2 – L’AWARD sarà assegnato automaticamente a tutti i membri che parteciperanno all’evento;

3 – Per ricevere l’AWARD occorrerà:

  • Essere online almeno 20 minuti prima e dopo l’evento su IvAc o IvAp (l’ora di punta è  alle 19:00 UTC) il che significa che devi essere connesso tra le 18:40 e le 19:20 UTC (le 19:40 e le 20:20 LT)
  • I piloti dovranno garantire 2 ore di volo minimo;

4 – Il piano di volo potrà essere libero da e per qualsiasi aeroporto ovviamente rispettando le regole del volo VFR o IFR.

Contribuiamo anche noi ad affollare i cieli virtuali il 20 gennaio 2018 per questo evento unico durante l’anno!

Per altre info puoi visitare la pagina dedicata sul forum di IVAO
Buona pianificazione e buon VENTO a tutti!
Donato Fontana

L’Idroscalo: una infrastruttura fondamentale per lo sviluppo della nostra aviazione.

L’idroscalo è una struttura realizzata per gestire il traffico aereo di passeggeri e merci utilizzato degli idrovolanti. Esso abbina le caratteristiche di un porto marittimo o fluviale con quelle di un aeroporto. Queste strutture, nate nei primi decenni del 1900, quando gli idrovolanti italiani conquistarono tutti i record della categoria, persero progressivamente d’importanza con lo sviluppo, sempre maggiore, dei velivoli in grado di operare da basi a terra ed ebbe come conseguenza la dismissione dei grandi idrovolanti di cui la Regia Marina Italiana era leader in campo mondiale.

Nei primi del 1900 gli idrovolanti erano ancora strategicamente utili come velivoli militari di avvistamento in mare tanto che le basi navali, in uso alle marine militari, disponevano spesso di strutture simili. In Italia la Regia Marina e la successivamente la Regia Aeronautica, ne possedevano diversi tra cui ricordiamo l’idroscalo di Orbetello, di Ostia, di Trapani e quello di Siracusa.

Oltre ad essere utilizzati come velivoli militari, gli idrovolanti iniziarono ad essere utilizzati come mezzi di trasporto civile per collegamenti a corto raggio. La città di Ancona si affermò ben presto come una tappa importante per lo sviluppo delle linee aeree internazionali che trovarono, nel bacino Adriatico, una base ideale.

Ancona Macchi C94

Ancona Macchi C94

Ancona

Nel 1926 in Italia proprio da Ancona fu inaugurata la prima linea commerciale su idrovolanti con un collegamento tra la regione Marche e la Dalmazia. Così già nel 1928 l’idrovolante CANT Z 22, interamente costruito in Italia, svolgeva la spola tra le due coste ad una velocità massima di 185 km/h  trasportando 8 passeggeri e due membri di equipaggio. Nel 1936 il MACCHI  C94, con 23 metri di apertura alare, poteva raggiungere i 290 km/h e trasportare sino a 12 passeggeri più 3 persone di equipaggio. Allora vi era un detto:Da Ancona fai prima ad arrivà a Zara che a Falconara!.

Siracusa

CANT_Z.508

CANT_Z.508

L’Idroscalo “De Filippis” di Siracusa, realizzato nel 1923 nel porto grande in un’area compresa fra il Borgo S. Antonio e il quartiere dei Pantanelli, fu uno scalo per idrovolanti che prese il nome del tenente Arnaldo De Filippis, eroe e medaglia d’oro della prima guerra mondiale.

L’idroscalo fu interessato dal traffico aereo sia militare che civile, con voli della compagnia Ala Littoria sulla rotta Roma-Napoli-Siracusa-Tripoli.

Marsala / Trapani

Edoardo Federici