• Eventi...

Lunedì 09 Gennaio, Online Day ricco!

 

Aiutiamo il nostro amico Giuseppe Mazzei, alla conquista della sua seconda stella dorata in quel di Napoli.

Tutti pronti quindi a pianificare round robin VFR e IFR in modo da intensificare il traffico nel CTR

 

Obbligatorio avere le carte a bordo e saperle interpretare.

E’ sempre valido il Supporto Esami e oltre ai punti dell’Online Day e dei “quarti d’ora” volati mandando il proprio pirep nel FOC.

Contestualmente è sempre valido il Pilot Award di IVAO che verrà assegnato ai piloti che parteciperanno alle sessioni di esame.

Francesco Filipponi

Un grazie sincero a Michele Burke

Caro Michele,

a nome di tutto il Direttivo ti volevo ringraziare per la scelta di volare con noi e per la tua cortese donazione che rinnovi puntualmente ogni anno.

Edoardo Federici

L’Idroscalo: una infrastruttura fondamentale per lo sviluppo della nostra aviazione.

L’idroscalo è una struttura realizzata per gestire il traffico aereo di passeggeri e merci utilizzato dagli idrovolanti. Esso abbina le caratteristiche di un porto marittimo o fluviale con quelle di un aeroporto. Queste strutture, nate nei primi decenni del ventesimo secolo, quando gli idrovolanti italiani conquistarono tutti i record della categoria persero progressivamente di importanza con lo sviluppo, sempre maggiore dei velivoli in grado di operare da basi a terra, ed ebbe come conseguenza la dismissione dei grandi idrovolanti di cui la Regia Marina italiana era lider in campo mondiale.

Nei primi decenni del 1900, gli idrovolanti erano ancora strategicamente utili come velivoli militari di avvistamento in mare tanto che le basi navali, in uso alle marine militari, disponevano spesso di strutture simili. In Italia, la Regia Marina e la successiva Regia Aeronautica, ne possedevano diversi tra cui ricordiamo l’idroscalo di Orbetello, di Ostia, di Trapani e quello di Siracusa.

Gli idrovolanti, oltre ad essere utilizzati come velivoli militari, iniziarono ad essere utilizzati come mezzi di trasporto civile per collegamenti a corto raggio. La città di Ancona si affermò ben presto come una tappa importante per lo sviluppo delle linee aeree internazionali che trovarono, nel bacino Adriatico, una base ideale.

Ancona Macchi C94

Ancona Macchi C94

Ancona

Nel 1926 in Italia proprio da Ancona fu inaugurata la prima linea commerciale su idrovolanti con un collegamento tra la regione Marche e la Dalmazia. Così già nel 1928 l’idrovolante CANT Z 22, interamente costruito in Italia, svolgeva la spola tra le due coste ad una velocità massima di 185 km/h  trasportando 8 passeggeri e due membri di equipaggio. Nel 1936 il MACCHI  C94, con 23 metri di apertura alare, poteva raggiungere i 290 km/h e trasportare sino a 12 passeggeri più 3 persone di equipaggio. Allora vi era un detto:Da Ancona fai prima ad arrivà a Zara che a Falconara!.

Siracusa

CANT_Z.508

CANT_Z.508

L’Idroscalo “De Filippis” di Siracusa, realizzato nel 1923 nel porto grande in un’area compresa fra il Borgo S. Antonio e il quartiere dei Pantanelli, fu uno scalo per idrovolanti che prese il nome del tenente Arnaldo De Filippis, eroe e medaglia d’oro della prima guerra mondiale.

L’idroscalo fu interessato dal traffico aereo sia militare che civile, con voli della compagnia Ala Littoria sulla rotta Roma-Napoli-Siracusa-Tripoli.

 

Marsala / Trapani

Edoardo Federici

Online day lunedì 19 dicembre

​COMUNICAZIONE DI SERVIZIO:
In occasione del nostro online day… questa sera ci troveremo ore 21:00 sull’apron di Caselle (LIMF) dove è prevista una bella nevicata!
Al controllo ci sarà il buon Filipponi…
Che aspettate…andate a pianificare un bel voletto ricco di emergency!!!? 😬😬😬😬😬
Facciamolo uscire pazzo 😂😂😂😂
Ricordate di inoltrare il pirep mendiante il foc del club e di cliccare sulla scritta “on-line day”!

Francesco Filipponi

Il Siai Marchetti S 55 X

Protagonista nella storia del volo, questo idrovolante merita un posto di primo piano negli annali della nostra aeronautica militare. Venne progettato dall’Ing. Alessandro Marchetti in risposta ad un concorso ministeriale del 1923 che chiedeva un idrovolante d’alto mare. Il primo esemplare iniziò a volare nel 1925. Si tratta, per quei tempi, di un velivolo modernissimo e sotto molti aspetti innovatore, sia per il doppio scafo che gli conferiva una caratteristica architettura, sia e soprattutto per l’ala di notevole spessore e superficie (mq 93) completamente a sbalzo.

S 55xNe furono costruite molte versioni, l’S.55M fu per lungo tempo in servizio presso i reparti di bombardamento e ricognizione marittima risultando l’idrovolante più veloce del mondo nella sua categoria. Fu anche utilizzato sperimentalmente per mettere a punto la tecnica di lancio dei siluri.

La versione S.55X fu quella destinata all’attraversata dell’atlantico del nord compiuta nel 1933 che portò 24
velivoli da Orbetello a Chicago e ritorno, passando per l’idroscalo di Ostia, in un percorso a tappe di 19.900 km che possiamo considerare una delle imprese più importanti compiute dalla nostra aviazione sia per impegno di mezzi a supporto sia per gli uomini impegnati. Questa crociera fu chiamata del “Decennale” perché avvenne dopo dieci anni d’insediamento in Italia dell’era Fascista. L’S 55 x  per l’occasione fu potenziato, dotato di un nuovo motore “Isotta Fraschini ASSO 750” che montava eliche metalliche a tre pale con passo variabile e fu aumentata l’autonomia di volo da 2000 a 4000 Km modificando la capienza dei serbatoi.

Il nuovo motore Isotta Fraschini ASSO 750Isotta_Fraschini

Potenza                              1500 Cv

Velocità massima            280 km/h

Velocità di crociera         225 km/h

Velocità di decollo          120 km/h

Carico utile di                    1000 kg

L’Asso 750 era raffreddato ad acqua, Il raffreddamento è ottenuto per circolazione forzata, a mezzo di pompe centrifughe con radiatore posto immediatamente dietro l’elica anteriore. Dotato di turbocompressore, montava diciotto cilindri su tre file in acciaio al carbonio con quattro valvole in testa. L’albero motore era in acciaio al nichel-cromo, con otto supporti e bielle di acciaio speciale di altissima resistenza. Il motore ha sei carburatori rendevano possibile una carburazione magra, con evidente economia nei consumi, ma consente un rapido ingrassamento della miscela in modo da ottenere una ripresa pronta e perfetta.

Dati tecnici

Alesaggio  mm 140Sezione trasversale

Corsa         mm 170

Numero cilindri  (4 valvole in testa)          18 a V

Cilindrata totale  mm3 1.47,07

Rapporto di compressione (turbo compress.)   5,7

Giri alberi motore regime normale  1750

Giri albero motore regime massimo 1900

Potenza effettiva asse elica a regime normale  HP 880

Potenza effettiva asse elica a regime massimo HP 940

Consumo carburante alla potenza normale   gr.HP/h 215

Consumo Olio alla potenza normale  gr./h  10

Peso del motore a secco senza mozzo elica   Kg. 663

Peso per HP   gr. 750

Acqua contenuta nel motore  L. 42

Era un velivolo affidabile che permise l’attraversata dell’atlantico, in andata ed in ritorno, contribuendo a rafforzare il valore della nostra aviazione e la preparazione tecnica dei piloti Italiani e di tutto il personale navigante della Regia Aeronautica comandato da Italo Balbo.

 

 

 

Edoardo Federici

Aggiornamento IVAO event…

VFR DAY

Cari iscritti e cari soci dell’AeroClub L’Aquila Virtual…

La presente comunicazione mette a VS conoscenza un ulteriore evento che la Divisione Italiana di IVAO ha organizzato in conclusione dell’anno 2016.

Tale evento prevede esclusivamente la navigazione secondo le regole del volo a vista (VFR)! Infatti si tratta di un evento a livello italiano che si terrà il 22 dicembre tra le 20 e le 23 (utc). Ogni FIR avrà il FIC aperto e 3/4 aeroporti coperti per la serata. A Roma troverete: Urbe (leader nazionale per il volo VFR), Salerno (per chi ama il mare) e Rieti (per chi ama la montagna e le vallate) e tanto altro ancora.

Cliccando su “VFR Day” potrete leggere tutte le info dell’evento.

 

Poiché ci sarà piena copertura su tutto il territorio nazionale, anche l’aeroclub mette a disposizione le proprie risorse fornendo il servizio di informazione al volo presso l’aerodromo di “L’Aquila Parchi” – LIAP, dove ci sarà un nostro controllore.

Anche in questo evento, poiché racchiude in se lo spirito cardine che rappresenta questa V.A. divulga, siamo tutti chiamati a partecipare in maniera massiva…. fornendo anche noi il nostro apporto alla comunità di IVAO!

L’appuntamento è per giorno 22 dicembre alle ore 21 (LT) presso l’apron di LIAP per effettuare un round robin…

A seguire, alcune indicazioni per facilitare il buon andamento dell’evento e la fluidità della serata:

Aerei consigliati: Savannah VG1000, Tecnam P92, Cessna C172, Cessna C182, Robin DR400 o aerei equipollenti

Mi raccomando all’utilizzo delle livree del club che potrete trovare e scaricare cliccando sull’aeromobile!

Partenza: LIAP   Orientamento: 18/36 (QFU 176/356)

Arrivo: LIAP   Orientamento: 18/36 (QFU 176/356)

Rotta: TORNIMP ANTRODOCO CITTADUCALE LIQN CANTALICE CAMPOTOSTO TERAMO GIULIANOVA ROSETO MSILVANO LIBP CHIETI POPOLI AVIOLAQUILA COLLEROIO

Distanza: 154nm

TAS: 110kts

EET: 1h 30”

1° Alternato: ZZZZ   (Avio L’Aquila)

2° Alternato: LIQN

Campo 18 FPL: DOF/161222  REG/(a discrezione)  OPR/AEROCLUB LAQUILA  ALTN/AVIO LAQUILA  CS/GOLDENEYE  RMK/VFR DAY SIMULATING DAYLIGHT TOUCH AND GO LIQN LIBP AVIOLAQUILA

Aeroporti Touch and Go: LIQN  – Call Rieti Info – Orientamento 16R/34L (QFU 161/341); LIBP – Call Pescara APP/TWR – Orientamento 04/22 (QFU 036/216); Avio L’Aquila – Call Avio L’Aquila Radio – Orientamento 11/29

giro vfr day 3

giro vfr day 2

 

N.B.
La colonna “Altitudine di sorvolo” indica l’altezza dal livello medio del mare del punto di riporto. Non è da considerarsi quota minima per il sorvolo!

Altresì, sul nostro TS3 è possibile scaricare il file di Plang-G della tratta sopra descritta. Basta andare nella stanza “Briefing”, porre il cursore sopra la predetta scritta e cliccare con il tasto destro del mouse, dopodiché cliccare su “Apri Browser dei file” e scaricare il file “VFR Day IVAO 22.12.16.pln”.

 

Che dire…facciamoci l’ultimo voletto assieme!!!

Le carte AIP le trovate qui!

Vi ricordiamo di inoltrare il PIREP sul FOC dell’AeroClub nonché su IVAO.

Fabio Coppola

IVAO event…

Cari iscritti e cari soci dell’AeroClub L’Aquila Virtual…

con questa comunicazione il club mette alla VS conoscenza gli ultimi eventi che la Divisione Italiana di IVAO ha organizzato in conclusione dell’anno 2016.

Infatti gli appuntamenti della Divisione saranno:

  • giorno 13 dicembre con il “II VFR Airbridge LIQL<>LIRJ”, per il quale è possibile volare esclusivamente secondo le regole del volo a vista e con tratta da Lucca a Marina di Campo (o viceversa) ma Touch and Go a Pisa (LIRP). Qui il link informativo dell’evento;
  • giorno 18 dicembre con il “Italy Full Staff”, per il quale è possibile effettuare qualsivoglia tipo di volo purché interessi uno dei seguenti aeroporti: Bari (LIBD); Bologna (LIPE); Brindisi (LIBR); Catania (LICC); Genova (LIMJ); Torino (LIMF); Olbia (LIEO) e Venezia (LIPZ). Qui il link informativo dell’evento;
  • Infine vogliamo segnalarvi un evento non ufficiale che vede, per giorno 17 dicembre, un Venezia Fly In/Out ed intitolato “VENICE 10hour ONLINE EVENT”. Qui il link informativo  dell’evento e qui il link per la schedulazione del proprio volo.

Che dire…questi sono gli ultimi “colpi” per il 2016!!!

Approfittiamo di queste ghiotte occasioni per volare ancora una volta tutti assieme!!!

Tramite il gruppo di WhatsApp vi informeremo per giorno 13 dell’ora e dell’aeroporto di partenza tra LIQL e LIRJ… Vi faremo sapere per giorno 18 quale aeroporto verrà controllato da uno di noi per fare un T&G intermedio, e qualche simulazione, prima di giungere una delle destinazioni prescelta… Ed infine, per giorno 17, vi faremo sapere orario e tratta che voleremo assieme da/per Venezia Tessera…

Le carte AIP le trovate qui!

Vi ricordiamo di inoltrare i PIREP sul FOC dell’AeroClub per i singoli voli effettuati.

Fabio Coppola

10 dicembre 2016 – “Crowded Skies XIII” di IVAO

Ciao ragazzi;
in occasione dell’evento  “Crowded Skies XIII” di IVAO, che si terrà giorno 10 Dicembre, praticamente oggi…, v’invitiamo a pianificare un volo secondo le modalità previste per l’awards.
Per l’occasione potrete pianificare un qualsivoglia volo da/per …. l’importante che sarete collegati al network di IVAO alle ore 19:00 (utc) in cui é prevista la massima affluenza al server, nonché tra le 18:40 (utc) e le 19:20 (utc) per ricevere l’awards “Crowded Skies” event.
Tutte le info dell’evento e le modalità di partecipazione le potrete trovare al seguente link:
Buona pianificazione e buon volo a tutti…
Edoardo Federici

Onlineday su Palermo “Punta Raisi” (LICJ) e Boccadifalco (LICP)

Giorno 05 dicembre il nostro buon Francesco FILIPPONI mette a disposizione il suo tempo e la sua conoscenza per offrire un servizio di controllo ATC, dalle ore 21:00 in poi, sull’aeroporto di Palermo “Punta Raisi” (LICJ), sia per noi che per la comunità di IVAO. Oltremodo, su Palsrmo ci sarà anche la possibilità di pianificare un bel volo “Z” con partenza da Boccadifalco (LICP) e arrivo a Punta Raisi!

Ricordate che lunedí é l’Onlineday del club, quindi prima dell’invio del pirep cliccate il riquadro ” ONLINE DAY“!

É gradita la presenza sia di voli VFR che IFR…

Inoltre, é gradita anche la condivisione della serata tra gli iscritti del club… E per tale scopo il canale di TS3 dell’aeroclub é a disposizione di ogni iscritto per incontrarsi con gli altri e mettere a disposizione il proprio sapere per accrescere, oltre che se stessi, anche il club e lo spirito di complicità e condivisione.

É gradita anche la condivisione dell’areomobile tra piloti, sempre con lo scopo di accrescere le proprie conoscenze sulla macchina e sul volo, simulando anche un volo in compagnia del coopilota.

Allora…cosa aspettate…pianificate un bel round-robin o un bel volo zulu e via!

Vi aspettiamo numerosi…

Buon volo a tutti

Fabio Coppola

Voliamo virtualmente con gli Atlantici

Gli Atlantici erano i piloti della Regia Aeronautica che, al comando del generale Italo Balbo parteciparono nel periodo 1928 – 1933 alle crociere atlantiche, di cui la più importante fu quella del “Decennale” voluta per commemorare i dieci anni della nascita del regime Fascista.

Nel maggio del 1927, fu Lindbergh a volare da New York a Parigi attraversando l’oceano atlantico senza scalo. Pochi anni dopo, nel luglio del 1933 la crociera del Decennale portò 25 velivoli Siai Marchetti S55x, con cento uomini di equipaggio da Orbetello a Chicago, in un volo di 14 tappe per un totale di 19.900 Km. L’impresa degli Atlantici comandati da Italo Balbo fu memorabile a conferma che l’aviazione Italiana di quel periodo aveva uomini di eccellenza e mezzi tecnologicamente avanzati.

Immagine2343

Ricordare queste imprese, anche virtualmente, significa riscoprire le nostre radici cosa che la sezione storica del nostro gruppo ha già fatto collaborando con la sezione storica del gruppo Piloti Virtuali Italiani in occasione di un incontro in rete nazionale per la celebrazione del volo di Gabriele D’Annunzio su Vienna del 9 agosto 1918 quando, al comando di 11 velivoli Ansaldo S.V.A dell’ottantasettesima squadriglia, sorvolarono Vienna per un’azione simbolica di guerra.

SONY DSC

 

http://www.crocieradeldecennale.it/index.php

Edoardo Federici