Stampa questo articolo Stampa questo articolo Spedisci questo articolo Spedisci questo articolo

Araldica del Cielo

Nel fare ordine nella mia libreria ho trovato  un vecchio libro di Franco Paliano  dal titolo “ARALDICA DEI CIELI” che riporta e descrive molti stemmi appartenuti a valorosi stormi che si distinsero durante l’ultima guerra. Mi è subito balzato agli occhi quello del 4° stormo caccia di cui il nono gruppo era di base a Grosseto  nel 1968.  In quegli anni vi ero anche io, giovane sottotenente di complemento che aveva deciso di abbracciare la carriera militare. In quel periodo e per molti anni a seguire, a Grosseto vi furono gli F104  in dotazione al nono gruppo caccia intercettori che con il decimo, dislocato in altra base, formava il quarto stormo. A Grosseto oltre al nono gruppo vi era anche il ventesimo che effettuava attività di addestramento per il passaggio dei giovani piloti militari su quel velivolo.

stemmi-del-ix-e-x-gruppo-caccia-intercettori

Riporto testualmente il testo  che evidenzia il valore del gruppo:

Aviatori, giu il cappello! Il cavallino di Francesco Baracca scalpita impetuoso sugli emblemi dei due gruppi che formano il 4° stormo caccia, l’erede delle tradizioni della specialità, il più vittorioso stormo di’Italia. 

Centinaia di combattimenti, 2 medaglie d’oro,  cinquecento vittorie. Sembrano poche a chi è abituato ai numeri grossiche girano un pò dappertutto; ma si tratta di vittorie italiane, di vittorie valutate col sistema del contagoccie, con la documentazione fotografica alla mano, con meticolosità, la pignoleria e la dignità che sono vanto dei nostri cacciatori.  E’ lo stormo degli “Assi”, intendo per “assi” i campioni del valore.

Di seguito voglio farvi vedere una fotografia del ventesimo gruppo di addestramento al volo sull’F104 in volo di formazione sopra l’abitato di Orbetello.

f104 del 20° gruppo_in_pattuglia

 

 

 

 

Lascia una risposta