Stampa questo articolo Stampa questo articolo Spedisci questo articolo Spedisci questo articolo

Aeroporti Difficili – Courchevel (LFLJ) – Dove osano le aquile – Lunedi 18 febbraio 2013 ore 20 Z

In collaborazione con Milano ACC voliamo tutti verso Courchevelle!
Servizio ATS COMPLETO GARANTITO!
E’ OBBLIGATORIO L’UTILIZZO DI FSPASSENGERS AI FINI DELLA VALIDAZIONE DELLA TRATTA

Briefing, carte e piano

LINK PER SCENARI FS9 E ALTRI DETTAGLI

L’aeroporto di Courchevel (LFLJ) è situato nelle alpi francesi e serve la piccola cittadina omonima; è costituito da una breve pista di 525 m (1.722 piedi) con pendenza del 18,5%. Se la procedura di avvicinamento deve essere abortita la riattaccata risulta difficile se non impossibile, per le caratteristiche orografiche del terreno in cui sorge arroccato sulle pendici del monte. In passato era utilizzato da diverse tipologie di aeromobili turboelica.

Aeroporto di Courchevel (LFLJ) Francia altezza 6450 ft

Aeroporto di Courchevel (LFLJ) Francia altezza 6450 ft

La compagnia tirolese Airlines, per un certo periodo, ha utilizzato lo scalo con il velivolo De Havilland Canada DHC-7. Questo sembra essere stato il più grande aereo che abbia operato in quello scalo. Attualmente il campo d’aviazione viene utilizzato da piccoli velivoli, come il Cessna 172 – 182 o da elicotteri. La pista, infatti, non dispone di procedure di avvicinamento strumentale rendendo così l’approccio, in caso di nebbia e nubi basse quasi impossibili.

Aeroporto di Courchevel (LFLJ) Francia altezza 6450 ft

Aeroporto di Courchevel (LFLJ) Francia altezza 6450 ft

L’aeroporto si classifica come il settimo più pericoloso del mondo in quanto dispone di un avvicinamento difficile, di una una pista ascendente e di una zona adiacente che presenta avvallamenti e profonde depressioni caratteristiche di un territorio montano. L’altezza del Courchevel, di 6.584 piedi (2.003 m) lo colloca al livello più alto tra gli aeroporti europei tanto da richiedere una speciale abilitazione l’atterraggio. Provare con un piccolo aereo a pistoni, ad esempio il Cessna 172, come sia  difficile farlo volare ad alta quota, o come sia difficile farlo atterrare in una pista in salita corta e  spesso innevata,  soggetta a condizioni meteo di scarsa visibilità costituisce un banco di prova per tanti piloti. Vedere per credere Immagine anteprima YouTube

Lascia una risposta