• Eventi...

Ripristinato il contributo volontario

Carissimi soci e sostenitori,

Il nostro gruppo Aeroclub l’Aquila Virtual, nato nel 2012, nel corso degli ultimi anni ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati, siamo “leader“ nel volo virtuale, siamo considerati in ambito IVAO una ottima V.A., i nostri iscritti sono sparsi in tutta l’Italia e ricoprono posizioni importanti nella struttura operativa di IVAO con compiti di coordinamento e controllo.

Siamo apprezzati nel volo reale, la nostra collaborazione con l’Aeroclub dell’Aquila è sempre molto attiva e continua a darci molte soddisfazioni fornendoci sempre molti spunti e nuove idee come nel caso dell’ultimo raduno di cui potete trovare le foto nel portale.

Molti dei nostri iscritti sono piloti dell’aeroclub reale e stanno perfezionando i loro brevetti con professionalità. Questo impegno, oltre a farci piacere, non può che darci soddisfazione e orgoglio per quello che abbiamo costruito assieme a voi, però questa organizzazione ha un costo, anche se cerchiamo di ridurlo eliminando il superfluo, abbiamo delle spese per l’utilizzo del software che ci consente di operare e di gestire i voli di compagnia. Questo anno abbiamo dovuto ripristinare il contributo volontario che ci serve per la spesa correntie di esercizio. V’invito pertanto ha rinnovare il versamento della quota volontaria associativa di 30 € o, per chi lo volesse, potete fare delle donazioni secondo quanto previsto nel portale alla voce “Donazioni”.

Grazie a tutti

Nella Foto evento fatto in collaborazione con il Club reale presso un centro commerciale aquilano

Nella foto evento fatto in collaborazione con il Club reale presso un centro commerciale aquilano

Edoardo Federici

La passione per il volo simulato diventa un business

Noi appassionati di volo troviamo nella simulazione un hobby che con costi relativamente bassi, ci consente di simulare il volo reale in tutte le sue fasi. Dalla pianificazione a vista VFR, alla pianificazione delle rotte IFR, alle procedure strumentali più sofisticate con ogni situazione metereologica che ci consentono di simulare la realtà del volo e ci fanno provare molte delle sensazioni di un volo reale. Tutto ciò avviene comodamente seduti dietro ad un PC con un monitor che ti permette di leggere la strumentazione del velivolo e vedere il mondo che lo circonda.whatsapp-image-2019-11-22-at-11-17-11

In questo mondo virtuale puoi assumere vari ruoli, quello del pilota per provare a pilotare gli aeri più diversi per scoprire le caratteristiche tecnico dinamiche di ciascuno, o quello del controllore di volo che attraverso un radar dirige e controlla il traffico. Certamente non è un hobby semplice da coltivare, le conoscenze tecnico/pratiche per alzarsi in volo o per dirigere il traffico sono sicuramente tante e si apprendono con il tempo, leggendo le dispense o partecipando a corsi che ti mettano in condizione di apprendere tutte le nozioni basilari per spiccare il volo.

Per partire e librarsi virtualmente nell’aria basta un buon PC, un Joystick come clos ed una pedaliera per manovrare il timone di coda del velivolo. Se però se riesci a ricavarti uno spazio in casa ove poter allestire una postazione di volo minima il mercato offre tanti piccoli accessori, come il gruppo manetta con le leve per gestire uno o più motori,  il commutatore per selezionare le frequenze della radio o delle radioassistenze VOR o NDB che compaiono, ben visibili, su di un display.whatsapp-image-2019-11-22-at-11-17-07

Oppure aggiungendo  due video a destra e sinistra del video principale si può ottenere una vista allargata del contesto di volo. Insomma si può volare semplicemente con un Joystick e una pedaliera e qualche appendice aggiuntiva senza grosse spese oppure, quando questa passione aumenta e si vuole provare l’ebrezza di pilotare un 737 immersi in una vera e propria cabina di pilotaggio, la cosa si fa seria perché la sua realizzazione richiede tempo, spazio, risorse economiche non trascurabili, oltre a capacità tecniche ed organizzative che difficilmente sono di una singola persona. Ma a questo punto aumentano i costi e l’impegno di tempo ed economico non più sostenibile a livello di hobby.

Non è pensabile sviluppare un simile lavoro per costruire un modello in scala reale di una cabina di pilotaggio di un 737, fare degli investimenti su software, attrezzature come pannelli, componenti elettronici o stampanti 3D, la passione o l’hobby che dir si voglia deve forzatamente diventare un’attività commerciale con tutte le sue fasi di sviluppo che potrebbero essere,

  1. Progettazione, in scala 1:1, del layout della cabina avvalendosi di immagini fotografiche o documenti ufficiali del velivolo.
  2. Realizzazione dei singoli componenti per assemblarli nel contesto globale.
  3. Sviluppo del software di interfaccia che permetta la connessione tra i singoli strumenti e l’interazione con il software del simulatore.

whatsapp-image-2019-11-22-at-11-58-57

Tutto ciò ha un costo elevato di realizzazione per un unico prototipo che può essere abbattuto realizzando i componenti in serie per farne un uso commerciale.

Edoardo Federici

Il gran circuito dei laghi

aereoclub-idrovolante

IL GRAN CIRCUITO DEI LAGHI


Evento Evento organizzato da:
L’Aquila Virtual, SkyClub ItaliaLigurian Airline e Casperline VFR Virtual School

Venerdì 7 Giugno 2019 a partire dalle ore 21.00 LT


Evento per idrovolanti (ma anche no), di cosa si tratta?

Prendendo ispirazione dal recente RALLY DEI 6 LAGHI svoltosi presso l’idroscalo di Como, il 18 e 19 maggio u.s., il nostro club, in stretta collaborazione con SkyClub Italia e Ligurian Airline, invita i propri arditi aviatori a seguire i medesimi passi.

Si tratta di un RALLY AERONAUTICO che ripercorre la storica competizione tra idrovolanti, una delle primissime al mondo, che ha avuto inizio nel lontano 1913.

Già l’anno scorso il club ha vissuto l’esperienza di una competizione aeronautica sportiva condivisa con altri club di volo. E bene…quest’anno si ripete con lo spirito di sempre, intriso di passione per il volo e rigore nel rispetto delle regole dell’aria. Per questo motivo l’evento prevede punteggi e regolamento, che potrete scaricare a questo link e quest’altro link, ma nessuna giuria.

Ciascun pilota, a fine gara o entro il 12 giugno, dovrà compilare la scheda di autovalutazione del proprio punteggio reperibile presso il seguente link. I “notai” incaricati alla stesura della classifica si limiteranno alla verifica dei dati riportati e pubblicazione della stessa, previo parere di validità rilasciato dal validatore del rispettivo club il quale verificherà l’attendibilità del traker di ogni partecipante.

Il primo classificato, cioè il pilota che tra tutti i partecipanti avrà conseguito il maggior punteggio, sarà investito del titolo di “APCZ” acronimo di “aviatore più cazzuto” della competizione e in hangar sarà circondato da onori, gloria, pacche sulle spalle e inenarrabili complimenti da caserma, il tutto con profondo fine a se stesso.

Ovviamente coloro che non hanno voglia di mettersi in competizione, o non possiedono un idro, potranno comunque unirsi al volo per un giro panoramico virtuale su una delle zone paesaggistiche più belle della nostra Italia.

In conclusione… guardatevi la documentazione sopra postata che descrive nel dettaglio le modalità operative di partecipazione, tratte da percorrere e punteggi e, come al solito, ci si vede tutti mezz’ora prima dell’inizio dell’evento sul nostro canale TS3 e, nell’ambito della competizione, ci si vede in un canale Discord appositamente creato.

Buon vento e tutti e speriamo riusciate ad aderire numerosi!

Ecco i link dove poter scaricare gli scenari:

P3D e FSX: LILY (Como)Alzate Brianza (LILB)

X-Plane: LILY gia incluso Alzate Brianza (LILB)

Fabio Coppola

DISCORD: UNA NUOVA PIATTAFORMA PER I RITROVI DI COMPAGNIA


cattura

Da gennaio 2019 il canale ufficiale di chat vocale di compagnia lo troverete sulla piattaforma DISCORD.

Per raggiungerci occorre eseguire i seguenti passi:

  1. connettersi al link https://discordapp.com/
  2. creare un account secondo le modalità stabilite dalla piattaforma
  3. entrare nell’ambiente DISCORD sia attraverso il web oppure (consigliato) scaricando l’applicazione dedicata per Windows desktop, ovviamente inserendo userid e password che avrete scelto.
  4. accedere all’ambiente di compagnia cliccando sul tasto “+” presente sulla colonna di sinistra e inserendo all’interno della finestra il link https://discord.gg/9W7XVyv
  5. entrerai nella stanza “General” e da lì potrai accedere agli altri ambienti ricordandoti di utilizzare come nick ALAXXX Nome (es. ALA995 Francesco).

L’applicazione, oltre a poter essere usata tramite interfaccia web e sul pc, può essere installata anche su qualsiasi tipo di smarthphone, rimane in background, è completamente in italiano, leggera e pratica.

Se avete bisogno di qualche ambiente aggiuntivo e/o delucidazioni in merito non esitate a chiedere al personale dello staff che è a disposizione.

NB Questo ambiente sostituisce integralmente il precedente che utilizzava TeamSpeak3

Ti aspettiamo e, come sempre, buon vento.

Donato Fontana

Francesco Filipponi riprende le lezioni IIAS per l’esame PP

Carissimi amici, il nostro presidente ha ripreso le lezioni della IIAS per chi volesse prendere il PP.

Chi è interessato o chi volesse ripassare la preparazione, l’appuntamento è ogni mercoledì quindi anche oggi, sul server Ts2  di IVAO  cc.ts.ivao.aero    canale   IIAS_B2 

Postazione di volo virtuale

Edoardo Federici

SIAI Marchetti S.205 un quadriposto per il turismo avanzato

Il Siai Marchetti S 205, un velivolo italiano progettato e realizzato dalla Siai-Marchetti nel 1966 su progetto del designer Alessandro Brena rimase disponibile sulle linee di volo dei principali Aeroclub Italiani  sino a tutti gli anni ottanta. Un velivolo quadriposto ad ala bassa, con struttura metallica rivettata, carrello retrattile ed elica a passo variabile con le seguenti caratteristiche tecniche:

s205

Apertura alare di      10,86 m

Lunghezza                 8,00 m

Altezza                      2,89 m

Peso a vuoto            750 kg

Peso Totale              1.350 Kg

Motore Lycoming   IO-360

Potenza                     1×200 CV

Velocità Massima    295 Kh

Tangenza                  6200 m

Autonomia              1.325 Km

Un velivolo, sviluppato per il mercato dell’aviazione da turismo e diporto, fu utilizzato dagli aeroclub italiani per i corsi di addestramento al volo IFR base. Al velivolo venivano oscurati i finestrini con una pellicola arancione mentre il pilota indossava degli occhiali che gli consentivano la visione dei soli  strumenti mentre la visione esterna rimaneva prerogativa dell’istruttore.

Nel 1967, nell’ambito di un programma di rinnovamento del suo parco velivoli leggeri l’Aeronautica Militare Italiana decise di dotarsi dell’S.205 per impiegarlo come aereo da traino alianti, da assegnare alla sezione di Volo a Vela presso l’aeroporto di Guidonia. Successivamente furono acquistati altri velivoli e convertiti alla versione S.208 M portando così il totale complessivo a 45 unità, assegnati anche ai Centri Addestramento Volo (CAV) delle tre regioni aeree, in seguito ridistribuiti al 300º, 303º e 304º gruppo, e poi, a partire dagli anni ottanta, alle squadriglie collegamenti degli stormi.

L’S.205 non fu solo un velivolo di addestramento fu utilizzato molto per turismo o per lunghe trasvolate a tappe come quella che nel 1970, a cinquanta anni di distanza dal volo epico di Ferrarin e Masiero da Roma A Tokio, l’impresa fu ripetuta da Mario Panvini-Rosati.

Foto di Andrea Buzzacchi Planesport.net

Foto di Andrea Buzzacchi Planesport.net

Partito il 15 ottobre, con l’I-SJAB giunse a  Tokio il 15 novembre dopo molte disavventure: mentre si avvicinava ad Hong Kong l’S.205 fu investito da un violento temporale tanto che i collegamenti radio erano impossibili. Per sua fortuna si trovava sulla sua stessa rotta un DC.8 dell’Alitalia pilotato dal comandante Petrosellini, che accortosi dal nominativo che si trattava di un velivolo italiano si offri immediatamente per fare da ponte radio fra Panvini-Rosati e Hong Kong facilitando l’avvicinamento del piccolo S.205. Mentre sorvolava in Vietnam il sentiero di Ho Chi Min fu fatto segno a un violento fuoco contraereo da parte dei Sudvietnamiti, o degli americani, la ragione era, ma il pilota la seppe dopo, la mancata trasmissione del suo piano di volo da parte delle autorità aeroportuali di Bangkok. In quel momento non vi era tempo per ragionare ed il pilota decise di spegnere le luci di navigazione e gettarsi in vite per uscirne a bassa quota e continuare il volo verso Saigon ove giunse indisturbato.

Edoardo Federici

Questi sono i voli che piacciono a noi

 

2018-11-5_19-59-55-857Per chi non lo sapesse, volare non significa solo prendere un aereo di linea, anzi le sensazioni di volo sono molto più accentuate su un aereo piccolo piuttosto che sui grandi liner. Volare, se non lo si fa come lavoro, è una passione impegnativa e costosa che si può realizzare in molti modi; il parapendio, l’aliante, il delta plano, l’ultraleggero l’elicottero ecc. ma in maniere tecnicamente diverse la sensazione di libertà che si prova è sempre molto bella. Si può volare nella realtà appoggiandosi ad un aeroclub oppure simulare il volo virtualmente con l’aiuto del nostro PC. In questo caso, sicuramente molto più economico, possiamo addestrarci pilotando vecchi aerei storici o creando situazioni che ricalcano la realtà senza correre pericoli ma mettendoci alla prova con mille difficoltà ed imprevisti.

2018-11-5_22-37-31-226

Nel campo del volo virtuale Skyclub, una virtual airline sempre molto attiva su IVAO, ha organizzato una bella serata per ricordare il 100° anniversario della fine della prima guerra mondiale “Il Volo Del Centenario”, un volo virtuale lungo le zone del fronte che, nel 1918 vedeva contrapposti l’esercito Italiano a quello Austriaco. Una guerra di posizione combattuta in trincea che gli italiani seppero vincere malgrado la disfatta di Caporetto.

Edoardo Federici

1918-2018… il volo del centenario

45027880_1892653337481301_6151696041906274304_n

Per ricordare il 100° anniversario della fine della I guerra mondiale, i cugini dello Skyclub ci hanno invitato, lunedì 5 novembre dalle 21:00 alle 23:00 locali, a partecipare con loro al bellissimo “Volo del centenario”. Un volo lungo il fronte che separava i due eserciti italiano e austriaco, costituito da montagne e non solo.

Per la serata, una volta tenuto conto della situazione pre e post ritirata di Caporetto, vengono proposte quattro tratte a nostra scelta:

img-20181030-wa0005
1) Tratta rossa da Sondrio LILO ad Asiago LIDA (ca. 120 nm), passando per le nevi dell’Ortles Cevedale e dell’Adamello, per il Tonale e il Pasubio;
2) Tratta gialla da Asiago LIDA a Dobbiaco LIVD (ca. 70 nm) lungo le Dolomiti meravigliose quanto impervie;
3) Tratta verde da Dobbiaco LIVD a Gorizia LIPG (ca. 100 nm) per il Tarvisiano, il Carso, l’Isonzo e la Bainsizza;
4) Tratta azzurra da Asiago LIDA a Venezia Lido LIPV (ca. 70 nm) per il Monte Grappa e il Montello lungo la mitica linea del Piave.
(ciascuno potrà decidere quali tratte volare e in quale senso)

Per una migliore immersività nell’evento vi consigliamo di utilizzare un biplano. Di seguito ne segnaliamo alcuni (free), già stati testati, ma che raccomandiamo di provarli anche voi prima del volo di gruppo in quanto sono velivoli che richiedono una certa pratica. In alternativa, potrete volare con il classico C172 o equipollente.

La tratta rossa e la tratta gialla si svolgono in alta montagna e con un biplano sono impegnative. La tratta verde e quella azzurra si volano benissimo con un vecchio biplano, come avvenne nella realtà (le battaglie aeree si svolsero soprattutto su quei tratti di fronte).
Le tratte possono essere percorse in un ordine qualsiasi e anche in senso inverso.

Detto questo….non resta che girarvi tutti i link necessari per la serata e ci vediamo su TS3!

Ricordate… lunedì 5 novembre dalle 21 alle 23! L’evento è valido per l’online day e l’acquisizione dei punti wings 😉
Piano di volo Plan-G:
https://www.dropbox.com/s/6w6akgqugjx6p … n1o-HVAvi4

 

BIPLANI FREE PER X-PLANE:

Stearman 9 cilindri XP11
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … _xp11_v10/

Stearman 7 cilindri XP10
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … aydet-910/

Stearman 9 cilindri XP10
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … f-artemis/

Spad XIII di Paolo Matricardi (modello per Xp 8.60 modificato da me per Xp 10) – LINK TEMPORANEO
https://www.dropbox.com/s/4m2mt13lgimg3 … I.zip?dl=0

BIPLANI FREE PER FSX-P3D:

AEROPORTI PER X-PLANE:

Nel Gateway ci sono tutti e 5 (LILO, LIDA, LIVD, LIPG, LIPV) quindi dovrebbero essere presenti di default nella versione 11.
Ce ne sono versioni anche in rete:

LILO
http://www.x-plane.it/viewtopic.php?f=44&t=9097
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … y-airport/

LIDA
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … ort-italy/

LIVD
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … ort-italy/

LIPG
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … fvg-italy/

LIPV
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … o-nicelli/
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … ezia-lido/

AEROPORTI E SCENARI PER FSX:

Gli aeroporti LIPV, LIVD, LIDA, LILO e molte altre cose carine (ad es. il sacrario di Nervesa lungo il Piave) si trovano nel blog del bravissimo Dario alias Vic Dabor:
https://dario.blogfree.net/
https://dario.blogfree.net/?t=4090158
https://dario.blogfree.net/?t=3920703
https://dario.blogfree.net/?t=4681892

Fabio Coppola

Cento anni fa lo storico volo di Gabriele D’Annunzio su Vienna 1918 – 2018

Nell’agosto del 1918, Gabriele D’Annunzio decise di celebrare il quarto anniversario della guerra scatenata dall’Austria, con un atto di straordinaria audacia che sarebbe valso ha precisare un mutamento dei rapporti di forza del conflitto.

sva_biposto

 

Era l’alba del 9 agosto, quando alle 5,30 del mattino 11 velivoli Ansaldo S.V.A. dell’87ª della squadriglia “Serenissima” al comando del maggiore Gabriele D’Annunzio e del capitano Natale Palli, si alzarono in volo dal campo di San Pelagio, nelle immediate vicinanze di Padova, per un’azione di forza con l’obiettivo di effettuare un volo su Vienna.

La missione non era quello di bombardare la città ma di lanciare dei volantini a dimostrazione del fatto che un bombardamento sarebbe potuto avvenire in qualsiasi momento. L’evento ebbe un grandissimo impatto mediatico sull’andamento del conflitto perché in una guerra, prettamente di trincea, come quella del 1915/18 la possibilità di un bombardamento in suolo austriaco dimostrava la netta supremazia dell’aviazione Italiana in un conflitto quanto mai incerto e in un momento in cui l’esercito Italiano era stato sconfitto a Caporetto.

L’Aquila Virtual assieme ai Piloti Virtuale Italiani ha voluto replicare quel volo in due occasioni, la prima presso il Museo Aeronautico di Vigna di Valle nel 2012 e la seconda, più imponente nel 2013 presso l’aeroporto di Pescara dove allestimmo nell’androne due postazioni di volo virtuale.

2013 - aeroporto di Pescara 2013 - aeroporto di Pescara volo su Vienna

2013 – aeroporto di Pescara 2013 – aeroporto di Pescara volo su Vienna

 

Edoardo Federici

IL GIRO AEREO DEI SEI LAGHI

Il giro dei Laghi è una gara di Rally aereo, organizzata da AERO CLUB COMO Asd che rinverdisce la tradizione delle competizioni aeree che hanno visto il Lario protagonista fin dai primordi dell’aviazione. La più celebre è la prima, svoltasi nel 1913, vinta da Roland Garros e rievocata come raid non competitivo nel 2013 in occasione del “Centenario dell’aviazione idro a Como“. Altre competizioni seguirono, nel 1922 e poi negli anni Settanta del secolo scorso, con i “Giri aerei dei sei laghi” del 1972, 1975 e 1976. Il ritorno della competizione in forma di rally aereo moderno è avvenuto nel 2014, dopo un trentennio. Oggi il “Giro aero dei sei Laghi” è l’unica competizione aerea svolta a bordo di idrovolanti in Europa.

SkyClub Italia,  L’Aquila Virtual, Ligurian Ailine e Casperline VFR Virtual Schoohanno voluto riprodurre questa competizione in ambiente virtuale. Pur non essendo facile è stata una vera sfida che ha dato al volo virtuale un nuovo spunto di riflessione e nuovi interessi perché, osservando le regole del volo moderno favorisce la creatività e l’improvvisazione dei piloti che devono pianificare il volo nei minimi dettagli, tipo di velivolo, carico del carburante, punto di ammaraggio, tempi di volo con una perfetta conoscenza orografica del terreno di gara per sfruttare al meglio le caratteristiche del velivolo e dell’ambiente di gara.

01

Altro ostacolo affrontato dagli organizzatori è stato la valutazione del punteggio di ciascun partecipante basato sui tempi di volo e su altri parametri caratteristici della prova. Ovviamente questi riscontri, nella realtà, vanno rilevati dai commissari di gara ma essendo la nostra una gara virtuale senza premi, ci si basa sull’onestà dei concorrenti secondo lo spirito di Pierre de Coubertin.

Questa difficoltà ha richiesto la messa a punto di un piccolo questionario che ogni pilota riempie a fine gara da cui si ricavano i parametri di valutazione che determinano il vincitore oltre a fornirci dei dati che evidenziano la partecipazione e le scelte fatte dai piloti. I criteri di valutazione non tengono conto del percorso più breve, più veloce o ottimale, ma premiano la capacità di pianificazione e forniscono dei dati statistici sulle scelte dei singoli concorrenti.

Il modulo utilizzabile per l’autovalutazione del proprio volo è stato reso disponibile a questo link mentre a fine gara i risultati dell’evento sono riportati nei seguenti report:

Informazioni generali – Infrazioni procedurali, utilizzo di un velivolo presente nella flotta dell’AeC di Como.

10

Pianificazione – Preparazione di un flight log cartaceo e un briefing meteo, stima dei consumi ottimali;

06

Pianificazione dei consumi di carburante in modo da terminare la gara con un’autonomia residua tra i 45 e i 60 minuti di volo.

07

Sistemi di navigazione – Utilizzo o meno di radioassistenze o software di navigazione, eseguendo il volo unicamente con riferimenti visivi, prue e stime. Uso del GNSS di bordo,

03

Puntualità nella navigazione – Penalità per ogni minuto d’errore tra il tempo reale di sorvolo e quello stimato;

09_a

Precisione di ammaraggio – viene assegnata una penalità per ogni “Splash and go” mancato per ogni lago caratterizzante la gara;

05

Come dimostrato nei report riepilogativi dell’evento la simulazione di un volo competitivo si è rivelata stimolante sia in fase di pianificazione che di addestramento dei singoli piloti. L’impressione, visti i risultati, è che ciascun pilota abbia preparato minuziosamente ogni dettaglio effettuando, ovviamente qualche giorno prima, un proprio volo di ricognizione utile a verificare la coerenza dei dettagli pianificati.

Il risultato è stato utile e divertente al punto da consigliarci la ripetizione.

 

Edoardo Federici

Il gran circuito dei laghi

aereoclub-idrovolante

IL GRAN CIRCUITO DEI LAGHI


Evento Evento organizzato da:
L’Aquila Virtual, SkyClub ItaliaLigurian Airline e Casperline VFR Virtual School

Giovedì 11 Ottobre 2018 a partire dalle ore 21.00 LT


Evento per idrovolanti (ma anche no), di cosa si tratta?

Prendendo ispirazione dal recente RALLY DEI 6 LAGHI svoltosi presso l’idroscalo di Como solo qualche giorno fa (http://www.aeci.it/giro-aereo-deisei-laghi-2018-1063) la nostra compagnia in stretta collaborazione con SkyClub ItaliaLigurian Airline e Casperline VFR Virtual School invita i propri arditi aviatori a seguire medesimi passi.

Si tratta di un RALLY AERONAUTICO che ripercorre la storica competizione tra idrovolanti che ha avuto inizio nel lontano 1913, una delle primissime al mondo.

E’ la prima volta che il nostro club propone una competizione ma lo spirito sarà quello di sempre, intriso di passione per il volo e rigore nel rispetto delle regole dell’aria. Per questo motivo l’evento prevede punteggi e regolamento, che potrete scaricare a questo link, ma nessuna giuria.

Ciascun pilota potrà inviare, con le modalità che presto saranno comunicate aggiornando questa pagina, la scheda di autovalutazione del proprio punteggio e i referenti “notai” incaricati si limiteranno a stilare la classifica risultante.

Il primo classificato, cioè il pilota che tra tutti i partecipanti avrà conseguito il maggior punteggio, sarà investito del titolo di “APCZ” acronimo di “aviatore più cazzuto” della competizione e in hangar sarà circondato da onori, gloria, pacche sulle spalle e inenarrabili complimenti da caserma, il tutto con profondo fine a se stesso.

Ovviamente coloro che non hanno voglia di mettersi in competizione potranno comunque unirsi al volo per un giro panoramico virtuale su una delle zone paesaggistiche più belle della nostra Italia.

In conclusione, guardatevi a questo link  il documento che nel dettaglio descrive modalità operative di partecipazione, tratte da percorrere e punteggi e, come al solito, ci si vede tutti mezz’ora prima dell’inizio dell’evento sul nostro canale TS3.

Buon vento e tutti e speriamo riusciate ad aderire numerosi!

Ecco i link dove poter scaricare gli scenari:

P3D e FSX: LILY (Como)Alzate Brianza (LILB)

X-Plane: LILY gia incluso Alzate Brianza (LILB)

Donato Fontana