• Eventi...

1918-2018… il volo del centenario

45027880_1892653337481301_6151696041906274304_n

Per ricordare il 100° anniversario della fine della I guerra mondiale, i cugini dello Skyclub ci hanno invitato, lunedì 5 novembre dalle 21:00 alle 23:00 locali, a partecipare con loro al bellissimo “Volo del centenario”. Un volo lungo il fronte che separava i due eserciti italiano e austriaco, costituito da montagne e non solo.

Per la serata, una volta tenuto conto della situazione pre e post ritirata di Caporetto, vengono proposte quattro tratte a nostra scelta:

img-20181030-wa0005
1) Tratta rossa da Sondrio LILO ad Asiago LIDA (ca. 120 nm), passando per le nevi dell’Ortles Cevedale e dell’Adamello, per il Tonale e il Pasubio;
2) Tratta gialla da Asiago LIDA a Dobbiaco LIVD (ca. 70 nm) lungo le Dolomiti meravigliose quanto impervie;
3) Tratta verde da Dobbiaco LIVD a Gorizia LIPG (ca. 100 nm) per il Tarvisiano, il Carso, l’Isonzo e la Bainsizza;
4) Tratta azzurra da Asiago LIDA a Venezia Lido LIPV (ca. 70 nm) per il Monte Grappa e il Montello lungo la mitica linea del Piave.
(ciascuno potrà decidere quali tratte volare e in quale senso)

Per una migliore immersività nell’evento vi consigliamo di utilizzare un biplano. Di seguito ne segnaliamo alcuni (free), già stati testati, ma che raccomandiamo di provarli anche voi prima del volo di gruppo in quanto sono velivoli che richiedono una certa pratica. In alternativa, potrete volare con il classico C172 o equipollente.

La tratta rossa e la tratta gialla si svolgono in alta montagna e con un biplano sono impegnative. La tratta verde e quella azzurra si volano benissimo con un vecchio biplano, come avvenne nella realtà (le battaglie aeree si svolsero soprattutto su quei tratti di fronte).
Le tratte possono essere percorse in un ordine qualsiasi e anche in senso inverso.

Detto questo….non resta che girarvi tutti i link necessari per la serata e ci vediamo su TS3!

Ricordate… lunedì 5 novembre dalle 21 alle 23! L’evento è valido per l’online day e l’acquisizione dei punti wings 😉
Piano di volo Plan-G:
https://www.dropbox.com/s/6w6akgqugjx6p … n1o-HVAvi4

 

BIPLANI FREE PER X-PLANE:

Stearman 9 cilindri XP11
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … _xp11_v10/

Stearman 7 cilindri XP10
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … aydet-910/

Stearman 9 cilindri XP10
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … f-artemis/

Spad XIII di Paolo Matricardi (modello per Xp 8.60 modificato da me per Xp 10) – LINK TEMPORANEO
https://www.dropbox.com/s/4m2mt13lgimg3 … I.zip?dl=0

BIPLANI FREE PER FSX-P3D:

AEROPORTI PER X-PLANE:

Nel Gateway ci sono tutti e 5 (LILO, LIDA, LIVD, LIPG, LIPV) quindi dovrebbero essere presenti di default nella versione 11.
Ce ne sono versioni anche in rete:

LILO
http://www.x-plane.it/viewtopic.php?f=44&t=9097
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … y-airport/

LIDA
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … ort-italy/

LIVD
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … ort-italy/

LIPG
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … fvg-italy/

LIPV
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … o-nicelli/
https://forums.x-plane.org/index.php?/f … ezia-lido/

AEROPORTI E SCENARI PER FSX:

Gli aeroporti LIPV, LIVD, LIDA, LILO e molte altre cose carine (ad es. il sacrario di Nervesa lungo il Piave) si trovano nel blog del bravissimo Dario alias Vic Dabor:
https://dario.blogfree.net/
https://dario.blogfree.net/?t=4090158
https://dario.blogfree.net/?t=3920703
https://dario.blogfree.net/?t=4681892

Fabio Coppola

22 OTTOBRE 2018 – 7° Online Day 3.0 di IVAO

onlinedayaward

Lunedì 22 Ottobre 2018, dalle 20z alle 22z (21-23 locali) prosegue l’Online Day 3.0 di IVAO,

Siete tutti invitati a scegliere la vostra tratta preferita tra quelle disponibli che coinvolgerà l’italia in DUE degli ACC della nostra bella penisola.

ACC Validi per il prossimo Lunedì:


PADOVA ACC [LIPP]

Treviso (LIPH) e Venezia (LIPZ)*


BRINDISI ACC [LIBB]

Bari (LIBD) e Pescara (LIBP)


L’asterisco “*” contrassegna gli aeroporti in cui è previsto un training o un esame.
Per maggiori informazioni consultate QUESTA PAGINA per gli esami, o QUESTA PAGINA per i training.
Ricordiamo che, per ovvie ragioni, negli aeroporti sedi di esami e training, non è possibile schedulare la posizione GND


 

Come funziona?

Lo staff di IVAO Italia ha selezionato i due ACC sopra riportati. Vi invitiamo a decollare e/o atterrare in uno degli aeroporti all’interno degli ACC selezionati per trascorrere una serata memorabile con servizio ATC al completo!

INDICAZIONI DI COMPAGNIA

Pianificazione a piacere.

Per i partecipanti si raccomanda la scrupolosa osservazione dell’art. 5 del Regolamento del Club (visibile alla sezione ISCRIZIONI – REGOLE).

 

RACCOMANDAZIONI

Carte  – Tutte le carte necessarie sono disponibili tramite l’accesso al portale ENAV

Durante l’evento, gli spazi aerei potrebbero essere parecchio affollati, non dimenticate di prendere nota delle procedure Go Around e degli Holding Pattern pubblicati.

RIPORTIAMO ANCHE CALENDARIO ONLINE-DAY/IVAO DEI PROSSIMI ON-LINE DAY 

Prossimi Online Days:
OTTOBRE
29 OTT – LIPP + LIMM

NOVEMBRE
5 NOV – LIBB + LIMM
12 NOV – LIRR_SU + LIRR_EW
19 NOV – TBD
26 NOV – LIRR_NE + LIPP

Donato Fontana

Ripristinato il contributo volontario

Carissimi soci e sostenitori,

Il nostro gruppo Aeroclub l’Aquila Virtual, nato nel 2012, nel corso degli ultimi anni ha raggiunto tutti gli obiettivi prefissati, siamo “leader“ nel volo virtuale, siamo considerati in ambito IVAO una ottima V.A., i nostri iscritti sono sparsi in tutta l’Italia e ricoprono posizioni importanti nella struttura operativa di IVAO con compiti di coordinamento e controllo.

Siamo apprezzati nel volo reale, la nostra collaborazione con l’Aeroclub dell’Aquila è sempre molto attiva e continua a darci molte soddisfazioni fornendoci sempre molti spunti e nuove idee come nel caso dell’ultimo raduno di cui potete trovare le foto nel portale.

Molti dei nostri iscritti sono piloti dell’aeroclub reale e stanno perfezionando i loro brevetti con professionalità. Questo impegno, oltre a farci piacere, non può che darci soddisfazione e orgoglio per quello che abbiamo costruito assieme a voi, però questa organizzazione ha un costo, anche se cerchiamo di ridurlo eliminando il superfluo, abbiamo delle spese per l’utilizzo del software che ci consente di operare e di gestire i voli di compagnia. Questo anno abbiamo dovuto ripristinare il contributo volontario che ci serve per la spesa correntie di esercizio. V’invito pertanto ha rinnovare il versamento della quota volontaria associativa di 30 € o, per chi lo volesse, potete fare delle donazioni secondo quanto previsto nel portale alla voce “Donazioni”.

Grazie a tutti

Nella Foto evento fatto in collaborazione con il Club reale presso un centro commerciale aquilano

Nella foto evento fatto in collaborazione con il Club reale presso un centro commerciale aquilano

Edoardo Federici

Cento anni fa lo storico volo di Gabriele D’Annunzio su Vienna 1918 – 2018

Nell’agosto del 1918, Gabriele D’Annunzio decise di celebrare il quarto anniversario della guerra scatenata dall’Austria, con un atto di straordinaria audacia che sarebbe valso ha precisare un mutamento dei rapporti di forza del conflitto.

sva_biposto

 

Era l’alba del 9 agosto, quando alle 5,30 del mattino 11 velivoli Ansaldo S.V.A. dell’87ª della squadriglia “Serenissima” al comando del maggiore Gabriele D’Annunzio e del capitano Natale Palli, si alzarono in volo dal campo di San Pelagio, nelle immediate vicinanze di Padova, per un’azione di forza con l’obiettivo di effettuare un volo su Vienna.

La missione non era quello di bombardare la città ma di lanciare dei volantini a dimostrazione del fatto che un bombardamento sarebbe potuto avvenire in qualsiasi momento. L’evento ebbe un grandissimo impatto mediatico sull’andamento del conflitto perché in una guerra, prettamente di trincea, come quella del 1915/18 la possibilità di un bombardamento in suolo austriaco dimostrava la netta supremazia dell’aviazione Italiana in un conflitto quanto mai incerto e in un momento in cui l’esercito Italiano era stato sconfitto a Caporetto.

L’Aquila Virtual assieme ai Piloti Virtuale Italiani ha voluto replicare quel volo in due occasioni, la prima presso il Museo Aeronautico di Vigna di Valle nel 2012 e la seconda, più imponente nel 2013 presso l’aeroporto di Pescara dove allestimmo nell’androne due postazioni di volo virtuale.

2013 - aeroporto di Pescara 2013 - aeroporto di Pescara volo su Vienna

2013 – aeroporto di Pescara 2013 – aeroporto di Pescara volo su Vienna

 

Edoardo Federici

IL GIRO AEREO DEI SEI LAGHI

Il giro dei Laghi è una gara di Rally aereo, organizzata da AERO CLUB COMO Asd che rinverdisce la tradizione delle competizioni aeree che hanno visto il Lario protagonista fin dai primordi dell’aviazione. La più celebre è la prima, svoltasi nel 1913, vinta da Roland Garros e rievocata come raid non competitivo nel 2013 in occasione del “Centenario dell’aviazione idro a Como“. Altre competizioni seguirono, nel 1922 e poi negli anni Settanta del secolo scorso, con i “Giri aerei dei sei laghi” del 1972, 1975 e 1976. Il ritorno della competizione in forma di rally aereo moderno è avvenuto nel 2014, dopo un trentennio. Oggi il “Giro aero dei sei Laghi” è l’unica competizione aerea svolta a bordo di idrovolanti in Europa.

SkyClub Italia,  L’Aquila Virtual, Ligurian Ailine e Casperline VFR Virtual Schoohanno voluto riprodurre questa competizione in ambiente virtuale. Pur non essendo facile è stata una vera sfida che ha dato al volo virtuale un nuovo spunto di riflessione e nuovi interessi perché, osservando le regole del volo moderno favorisce la creatività e l’improvvisazione dei piloti che devono pianificare il volo nei minimi dettagli, tipo di velivolo, carico del carburante, punto di ammaraggio, tempi di volo con una perfetta conoscenza orografica del terreno di gara per sfruttare al meglio le caratteristiche del velivolo e dell’ambiente di gara.

01

Altro ostacolo affrontato dagli organizzatori è stato la valutazione del punteggio di ciascun partecipante basato sui tempi di volo e su altri parametri caratteristici della prova. Ovviamente questi riscontri, nella realtà, vanno rilevati dai commissari di gara ma essendo la nostra una gara virtuale senza premi, ci si basa sull’onestà dei concorrenti secondo lo spirito di Pierre de Coubertin.

Questa difficoltà ha richiesto la messa a punto di un piccolo questionario che ogni pilota riempie a fine gara da cui si ricavano i parametri di valutazione che determinano il vincitore oltre a fornirci dei dati che evidenziano la partecipazione e le scelte fatte dai piloti. I criteri di valutazione non tengono conto del percorso più breve, più veloce o ottimale, ma premiano la capacità di pianificazione e forniscono dei dati statistici sulle scelte dei singoli concorrenti.

Il modulo utilizzabile per l’autovalutazione del proprio volo è stato reso disponibile a questo link mentre a fine gara i risultati dell’evento sono riportati nei seguenti report:

Informazioni generali – Infrazioni procedurali, utilizzo di un velivolo presente nella flotta dell’AeC di Como.

10

Pianificazione – Preparazione di un flight log cartaceo e un briefing meteo, stima dei consumi ottimali;

06

Pianificazione dei consumi di carburante in modo da terminare la gara con un’autonomia residua tra i 45 e i 60 minuti di volo.

07

Sistemi di navigazione – Utilizzo o meno di radioassistenze o software di navigazione, eseguendo il volo unicamente con riferimenti visivi, prue e stime. Uso del GNSS di bordo,

03

Puntualità nella navigazione – Penalità per ogni minuto d’errore tra il tempo reale di sorvolo e quello stimato;

09_a

Precisione di ammaraggio – viene assegnata una penalità per ogni “Splash and go” mancato per ogni lago caratterizzante la gara;

05

Come dimostrato nei report riepilogativi dell’evento la simulazione di un volo competitivo si è rivelata stimolante sia in fase di pianificazione che di addestramento dei singoli piloti. L’impressione, visti i risultati, è che ciascun pilota abbia preparato minuziosamente ogni dettaglio effettuando, ovviamente qualche giorno prima, un proprio volo di ricognizione utile a verificare la coerenza dei dettagli pianificati.

Il risultato è stato utile e divertente al punto da consigliarci la ripetizione.

 

Edoardo Federici

Il gran circuito dei laghi

aereoclub-idrovolante

IL GRAN CIRCUITO DEI LAGHI


Evento Evento organizzato da:
L’Aquila Virtual, SkyClub ItaliaLigurian Airline e Casperline VFR Virtual School

Giovedì 11 Ottobre 2018 a partire dalle ore 21.00 LT


Evento per idrovolanti (ma anche no), di cosa si tratta?

Prendendo ispirazione dal recente RALLY DEI 6 LAGHI svoltosi presso l’idroscalo di Como solo qualche giorno fa (http://www.aeci.it/giro-aereo-deisei-laghi-2018-1063) la nostra compagnia in stretta collaborazione con SkyClub ItaliaLigurian Airline e Casperline VFR Virtual School invita i propri arditi aviatori a seguire medesimi passi.

Si tratta di un RALLY AERONAUTICO che ripercorre la storica competizione tra idrovolanti che ha avuto inizio nel lontano 1913, una delle primissime al mondo.

E’ la prima volta che il nostro club propone una competizione ma lo spirito sarà quello di sempre, intriso di passione per il volo e rigore nel rispetto delle regole dell’aria. Per questo motivo l’evento prevede punteggi e regolamento, che potrete scaricare a questo link, ma nessuna giuria.

Ciascun pilota potrà inviare, con le modalità che presto saranno comunicate aggiornando questa pagina, la scheda di autovalutazione del proprio punteggio e i referenti “notai” incaricati si limiteranno a stilare la classifica risultante.

Il primo classificato, cioè il pilota che tra tutti i partecipanti avrà conseguito il maggior punteggio, sarà investito del titolo di “APCZ” acronimo di “aviatore più cazzuto” della competizione e in hangar sarà circondato da onori, gloria, pacche sulle spalle e inenarrabili complimenti da caserma, il tutto con profondo fine a se stesso.

Ovviamente coloro che non hanno voglia di mettersi in competizione potranno comunque unirsi al volo per un giro panoramico virtuale su una delle zone paesaggistiche più belle della nostra Italia.

In conclusione, guardatevi a questo link  il documento che nel dettaglio descrive modalità operative di partecipazione, tratte da percorrere e punteggi e, come al solito, ci si vede tutti mezz’ora prima dell’inizio dell’evento sul nostro canale TS3.

Buon vento e tutti e speriamo riusciate ad aderire numerosi!

Ecco i link dove poter scaricare gli scenari:

P3D e FSX: LILY (Como)Alzate Brianza (LILB)

X-Plane: LILY gia incluso Alzate Brianza (LILB)

Donato Fontana

25 Giugno 2018… h 19z… Appenini DAY…

evento-sky-e-orio Ehi ragaaaaaaa……

Eccoci nuovamente qui per un volo VFR in condivisione con le altre compagnie e/o club virtuali. Dopo lo splendido giro della Toscana, che ci ha visto svolazzare sul cielo italiano assieme agli amici della “SKY CLUB ITALIA” e della “ORIO VIRTUAL TEAM”, siamo stati invitati dai cugini vicini della Sky a svolazzare assieme a loro, e agli amici della Orio, lungo gli Appennini del centro Italia.

Infatti, per giorno 25 giugno 2018, alle 19:00utc (21:00LT), hanno pianificato un bel volo VFR calling da Perugia (sede della SkyClub) a Pescara (località balneare simbolo di augurio per le imminenti ferie estive), passando per Rieti e L’Aquila (sede di fondazione dell’Aeroclub L’Aquila da cui noi deriviamo).

Data l’intensità delle forze impiegate e il desideri dei partecipanti di creare un evento di rilevata importanza, per l’occasione si avrà una massiva copertura ATC in modo da simulare ogni sfaccettatura del volo reale. Avremo copertura in torre e avvicinamento sia su Perugia che Pescara….avremo copertura su LIQN…e avremo copertura su Roma Informazioni.

Allora, che dire…..

pianificate alla grande il vostro calling! In caso, se non avete tempo sufficiente o carenze di idee, potete prendere spunto dal briefing pre-volo dei cugini della SkyClub, di seguito riportato.

Briefing pre-volo

appennini-calling

Ci sarà anche uno screenshot contest con l’estrazione del miglior scatto virtuale di sempre! Nel briefing di cui sopra, troverete alcune località papabili per lo screen….

 

Non rimane che augurare…… BUONA PIANIFICAZIONE!  😉

 

Le carte AIP le trovate qui, previa registrazione.

 

N.B.

Ricordate che il lunedì ci saranno i punti dell’Online Day e dei “quarti d’ora” volati mandando il proprio pirep nel FOC

 

(lo staff si riserva di comunicare eventuali aggiornamenti dell’evento mediante il gruppo di WhatsApp – “AeroClub L’Aquila Virtual”)

Fabio Coppola

I Faraoni conoscevano la tecnica del volo ? L’uccello di Saggara.

Vi sono indizi che farebbero supporre che fin dai tempi remoti dei faraoni fossero in in qualche modo noti degli oggetti simili a dispositivi volanti. Vi sono infatti, dei riferimenti in testi antichi e sono stati ritrovati alcuni oggetti archeologici dalla forma di “aereo”: elementi che insinuano il dubbio, per quanto stravagante, che alcune popolazioni arcaiche conoscessero in qualche maniera quello che si può paragonare ad un odierno aeromobile. Prendiamo ad esempio questo bassorilievo trovato in una piramide, si vede chiaramente una figura simile a un moderno elicottero, forse un caso o una coincidenza. basorilievo Mentre il disegno seguente potrebbe, per la sua fattura e dimensioni, essere un fermaglio o una spilla ma le sue caratteristiche sono veramente straordinarie tanto che alcuni moderni ingegneri aeronautici hanno tentato di capire se un oggetto in scala reale fosse capace di volare. Il primo a incuriosirsi fu l’ingegnere tedesco J.A. Ulrich, che si accorse che riproducevano in modo molto fedele la forma di un caccia a reazione il SAAB F-104 in dotazione dell’aeronautica svedese. Disegno Fu poi la volta di un altro tedesco, un ufficiale, il Tenente Peter Belting, che tentò di riprodurre uno di questi oggetti in scala maggiore, per poi montare sul modello ottenuto, un motore elettrico e un radiocomando. Le prove dimostrarono che non solo era capace di volare, ma era anche estremamente manovrabile ed aveva una elevatissima stabilità. Furono poi tre spagnoli, Justo Miranda, Paula Mercado e Romàn Molla a costruire altri modellini in scala maggiore per sottoporli alla galleria del vento e ad un software di simulazione di volo confermando che l’aerodinamicità era eccezionale e adatta al volo.   Ma l’oggetto più importante fu ritrovato nella tomba di Pa-di-Imen a Saqqara, in Egitto, nel 1898. Datato intorno al 200 a.C., è costruito in legno di sicomoro, con una lunghezza di 14,2 cm, e un’apertura alare di  18,3 cm e un peso di soli 40 grammi.

Edoardo Federici

Michele Burke, il Decano dell’Aquila Virtual

Diamo un saluto caloroso all’amico Michele che ha confezionato, con la nostra compagnia virtuale 5000 punti wings. Un traguardo invidiabile che sta a dimostrare la sua passione per il volo simulato.

awardsMichele è arrivato con noi dopo il corso IIAS tenuto su IVAO dal nostro Presidente Francesco Filipponi. Malgrado la sua non più tenera età è uno dei piloti più assidui nel volo IFR che pratica da diversi anni volando prevalentemente con il Duke, un turboelica della RealAir che gli ha permesso di raggiungere molti dei riconoscimenti previsti su IVAO tra cui l’aver oltre aver superato i 5000 punti all’interno del sodalizio, anche le 5000 ore online.

Lo ringraziamo soprattutto per la sua permanenza nel nostro gruppo, per il suo continuo e costante contributo collaborativo ed economico che ci aiuta nella gestione degli eventi e nell’organizzazione delle attività di volo e dei software di controllo che la rendono possibile.

A Michele Burke va la riconoscenza e la gratitudine di tutto il Direttivo.

http://www.aeroclublaquilavirtual.eu/attivita/le-wings/

Edoardo Federici

Sorvolando la Toscana…

sorvolando-la-toscana Ehi ragaaaaaaa……

Dopo aver consumato tutte le uova pasquali, colombe e i dolci tipici regionali durante queste festività….quale migliore occasione per smaltire un po’ di calorie di troppo se non pianificando una bella tratta!?!?

Preparate una bella pianificazione, per un volo VFR di trasferimento, un airbridge tra Perugia (LIRZ) e l’Isola d’Elba (LIRJ). Giorno 11 aprile 2018, alle 21:00LT, scegliete il vostro SEP o MEP preferito e via…sorvolando le splendide colline toscane e della maremma! Come unico obbligo della serata, infatti, bisognerà pianificare ed effettuare un touch and go o un low pass sull’aerodromo di Ampugnano (LIQS).

Per la ghiotta occasione sarà garantito il controllo dello spazio aereo tramite il Flight Information Center di Roma che gestirà tutto il traffico VFR!

Allora…che dire…facciamo uscire pazzo il FIC e ascoltiamo bene le comunicazioni in canale!!! Di fatto, pianificate una rotta ricca di VRP ma, possibilmente, non le classiche cittadine per punti di riferimento! Bensì, inserite punti visibili e riscontrabili ad occhio nudo tipo laghi, vallate, pianure, cime di monti, colline, grandi incroci stradali, superstrade, caselli autostradali etc…

Rendiamola bella frizzante questa serata!!! E, se volete osare, inserite anche uno o più punti di riporto basati su qualche radiale o QDR!!!

 

In occasione della serata dedicata al VFR e nello spirito di condivisione del nostro club, per il volo in questione, avremo l’onore di ospitare due grandi virtual airline, anch’esse amanti del volo a vista, che ci accompagneranno per tutta la tratta! Saremo in compagnia degli amici della “ORIO VIRTUAL TEAM” e della “SKY CLUB ITALIA”.

 

Allora…non rimane che augurare…… BUONA PIANIFICAZIONE!  😉

 

Le carte AIP le trovate qui, previa registrazione.

 

 

(lo staff si riserva di comunicare eventuali aggiornamenti dell’evento mediante il gruppo di WhatsApp – “AeroClub L’Aquila Virtual”)

Fabio Coppola

STORIE DI GUERRA TRA CIELO E MARE

Durante la seconda guerra mondiale nel 1943, la zona dell’alto Lazio tra Montalto e la città di Viterbo, era piena di campi di volo dell’aviazione tedesca che operavano per contrastare sistematicamente le fortezze volanti angloamericane in transito verso gli obiettivi strategici, per spianare l’avanzata degli alleati e incalzare la ritirata tedesca. A distanza di 70 anni, sulla terraferma, sono quasi scomparse le tracce di questi cruenti combattimenti mentre, sul fondo del mare esse sono ancora visibili anche se attenuate dal tempo. La storia che voglio raccontare coinvolge dei subacquei del nostro tempo appartenenti all’associazione AssoPaguro di Montalto che si occupa anche di archeologia subacquea.B-24_piani-coda

Dai racconti di alcuni anziani testimoni che avevano visto dei velivoli cadere nella zona e dalle proteste dei pescatori locali che si lamentavano spesso di reti strappate o di oggetti incomprensibili recuperati in fondo al mare, riuscirono a identificare un tratto di mare distante qualche miglio dalla costa, ove vi erano delle probabilità che vi fosse precipitano un aereo nel lontano 1944. Per verificare e per dare libero sfogo alla loro passione archeologica iniziarono ad effettuare delle immersioni rastrellando sistematicamente tutto il tratto di mare incriminato. Durante le prime immersioni, giunti sul fondo, si materializzò davanti a loro nel fango, una contorta struttura metallica molto grande, che face pensare di aver localizzato il relitto di un aereo.
Ala sinistraLa struttura si presentava con una sagoma complessa a pianta rettangolare. La particolare conformazione del relitto faceva pensare a un grosso piano di coda di un bombardiere, ma per averne la certezza bisognava trovare almeno uno dei timoni direzionali che solitamente accompagnavano questi velivoli. Più avanti ebbero la conferma ritrovando un elemento di lamiera a sezione trapezoidale che confermò la loro ipotesi. Si trattava effettivamente del piano di coda di un grosso bombardiere. Questa scoperta diede al gruppo di ricercatori una grossa carica emotiva che li fece continuare la ricerca con altre immersioni nei giorni successivi, fino a quando si scoprì la sagoma di una grande ala sinistra che diede loro la conferma di aver trovato i resti di un grosso bombardiere. Quando poi, in una successiva immersione trovarono la semiala destra con il carrello semiaperto, confrontando il particolare della coda con piano orizzontale e il movimento del Particolare_Carrellocarrello conclusero con certezza che si trattava di un Consolidated B-24 Liberator unico aereo, di quel tempo, con due timoni e carrello che si apriva verso l’esterno. Soddisfatti della scoperta ma con l’ansia di chiarire i motivi per cui un B24, uno degli aerei più comuni dell’ultimo conflitto che ha contribuito all’esito finale della guerra, giaceva smembrato in fondo al mare di Montalto e convinti che questi episodi, nella maggior parte sconosciuti hanno fatto la storia, decisero di continuare le immersioni alla ricerca di nuovi indizi che li portassero a conoscere l’ultimo volo del velivolo e la sua missione.

Ritornarono sull’ala alla ricerca di nuovi particolari fio a quando, in un giorno di mare limpido intravedono una forte massa scura che riconoscono in uno dei quattro potenti motori del velivolo un Pratt & Whitney da 1200 cv.

Edoardo Federici

Verona 2018 HOBBY MODEL EXPO

A Verona, in rappresentanza dell’Aquila Virtual parte del nostro Direttivo da sinistra:

Francesco Filipponi il Presidente, Fabio Manna detto il professore, Emiliano Innocenti la mente, Marco Pedrone il tecnogico …….

rancesco-fabio-emiliano-marco

 

 

Edoardo Federici